“OGNI COSA AL SUO POSTO” – VENERDI’ 1 SETTEMBRE ALLA LIBRERIA MANGIAPAROLE DI ROMA

“Ogni cosa al suo posto” ha un nuovo appuntamento in calendario: il giorno prima della presentazione ufficiale al Gay Village di Roma, il romanzo avrà uno speciale evento in anteprima Venerdì 1 Settembre presso la Libreria Mangiaparole a Roma, in via Manlio Capitolino 7/9, a partire dalle ore 19.00. Sarà un piccolo assaggio della presentazione del giorno successivo (a cui vi aspetto numerosi). Per chi passerà in libreria, firmacopie e un brindisi per festeggiare l’uscita del romanzo!

“LE DISTANZE CHE CI APPARTENGONO” – VERSIONE INTEGRALE

…e così, anche se il pensiero arriva lì, a destinazione, scavalcando i rispettivi silenzi e un finale che in cuor tuo avresti voluto diverso, ci rimane solo una certezza, la più autentica: certe distanze che fanno male, ma hanno ragion d’essere, non permettono di dimenticare, ma inevitabilmente ci appartengono.

#ognicosaalsuoposto #settembre2017

AMARE DAVVERO, AMARE INCONDIZIONATAMENTE

C’erano cieli che riflettevano le lontananze, cieli che custodivano speranze, cieli che mettevano in risalto le distanze a cui inevitabilmente ognuno di loro apparteneva.
#ognicosaalsuoposto #staperarrivare

LA TRAMA DI “OGNI COSA AL SUO POSTO”

 

Giovanni è un medico affermato, un uomo sposato e un essere umano condizionato dalle scelte imposte dalla sua famiglia.

Antonella, sua moglie, è una donna che vive alla continua ricerca della perfezione, pensando così di poter fuggire dalle proprie fragilità e dalla consapevolezza di un matrimonio che non la rende felice.

Alessio in una calda estate di sedici anni prima ha trovato in Giovanni l’amore, nel presente ne conserva solo l’amaro ricordo.

Un’unica sera basterà a stravolgere due esistenze, quella di Alessio che dovrà combattere per rimanere in vita e quella di Giovanni, costretto a fare i conti con il dirompente ritorno di un grande amore rimasto fino a quel momento celato nel passato.

Il presente porterà ai tre protagonisti un nuovo stato di coscienza e la consapevolezza che il dolore possa essere il mezzo per rimettere ogni cosa al suo posto.

 

CHI E’ DIMITRI COCCIUTI, L’AUTORE DI “OGNI COSA AL SUO POSTO”

Autore televisivo, classe 1984, comincia a lavorare dietro le quinte del mondo della televisione a 22 anni. In dieci anni di carriera collabora ai programmi dei personaggi più importanti della televisione italiana, da Fiorello a Paola Cortellesi, da Piero Chiambretti a Raffaella Carrà.

Nel suo repertorio non c’è solo intrattenimento ma anche divulgazione culturale: è sua la scrittura di documentari di successo come Sette Meraviglie, Capolavori Svelati (con la regia di Piero Messina e la conduzione dell’attrice italo-australiana Greta Scacchi) e Artists in Love, serie internazionale condotta da Samantha Morton e trasmessa nel 2016 in Italia, Regno Unito e Germania. Attualmente è Responsabile del Dipartimento Format e Sviluppo per Ballandi Multimedia, una delle più importanti e prestigiose società di produzioni televisive italiane.
Nel 2017 debutta nel mercato letterario con “Ogni Cosa al Suo Posto“, un romanzo che mette al centro della narrazione la libertà di essere se stessi senza essere imprigionati nelle strutture delle convenzioni personali e sociali, una storia che porta in risalto la nobiltà dei sentimenti che non conoscono limiti e forma ma sono universali. La distribuzione del romanzo è a cura di StreetLib, leader nelle nuove frontiere della pubblicazione digitale e cartacea.

Dimitri racconta così “Ogni Cosa al Suo Posto”:

“Spesso crediamo che certe cose nella nostra vita debbano andare per forza in una sola direzione, quasi sempre per paura, altre volte per dinamiche che ci legano indissolubilmente alle strutture delle convenzioni sociali. Ma cosa succede se un giorno si presentasse davanti a noi la possibilità di riaprire discorsi che ci sembravano chiusi e potessimo fare quello che ci dice il cuore e non solo quello che ci impone la razionalità?

In Ogni Cosa al Suo Posto parlo di una storia d’amore apparentemente dimenticata dai protagonisti del romanzo e, soprattutto, della libertà di essere veramente se stessi.

Vivere seguendo le nostre emozioni, senza aver paura delle conseguenze, perché quando si ama non ci sono vincoli o ragioni da temere, e soprattutto, si è sempre in tempo per cominciare ad essere finalmente autentici.

Sotto questo punto di vista ha un valore particolare la tematica del coming out presente all’interno del romanzo, raccontata attraverso varie sfumature, quelle di un personaggio innamorato che vive con orgoglio la sua omosessualità, di un protagonista per lungo tempo vittima delle sue paure e quelle di una donna alle prese con un matrimonio che non avrebbe mai dovuto aver luogo. E’ un romanzo scritto con il cuore e mi auguro che l’emozione con la quale ho dato vita a questa storia riesca ad arrivare a ciascuno di voi.

RACCONTA LA TUA STORIA

Ogni cosa al suo posto” è un romanzo che parla di quelle occasioni che a un certo punto accadono nella propria vita e che ti permettono di guardare nuovamente situazioni che credevi oramai lontane e chiuse. Quali sono le vostre esperienze in cui avete avuto modo di rimettere ogni cosa al proprio posto? Se avete voglia di aprire il vostro cuore scrivete le vostre storie a info@ognicosaalsuoposto.it . Mi piace l’idea che “Ogni Cosa al Suo Posto” diventi anche un po’ vostro e che questo spazio sia condiviso davvero con tutti voi.

Dimitri, l’autore del romanzo

OGNI COSA AL SUO POSTO – IL PRIMO INCONTRO

Ti ricordi? Sembra ieri. Eravamo in una piazza colma di gente e tutto intorno a noi sembrava non esistesse.
Come per incanto, eravamo solo io e te.
Si dice che “la misura dell’amore è amare senza misura” e io da quel momento ti ho amato davvero senza restrizione alcuna.
Poi la paura ha allontanato l’amore e siamo svaniti in un ricordo senza tempo.
Ma non posso dimenticare che solo il cuore conta.
E penso ai nostri sguardi che riscaldavano le nostre anime,
e spero che forse, un giorno, potremo guardarci ancora negli occhi
e ancora una volta ci sarà una piazza colma di gente che come per incanto tornerà a sembrare vuota.